11.5 C
Veneto
Sab, 2 Marzo 2024

Dove sciare ad Auronzo di Cadore

In questo articolo, tutte le informazioni utili per sapere dove sciare ad Auronzo di Cadore: impianti e piste, scuole e noleggio sci, snow park, malghe e rifugi.

Auronzo di Cadore è situata in prossimità di Cortina, del Comelico e dell’Alta Pusteria e si estende lungo la sponda sinistra del Lago di Santa Caterina, a circa 900 metri sul livello del mare. Incorniciato dalla bellezza dei boschi circostanti e dalle maestose vette dolomitiche, tra cui le celebri Tre Cime di Lavaredo sullo sfondo, Auronzo, rappresenta una meta ideale per chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna del relax e dell’attività fisica.

L’area sciistica di Auronzo Misurina fa parte dell’Area n. 1 del Dolomiti Superski, insieme a Cortina e San Vito. Sul Monte Agudo di Auronzo è possibile sciare grazie ad un comprensorio di piste che si estende per poco meno di 20 chilometri, servito da due seggiovie, di cui una veloce quadriposto ad agganciamento automatico.

Ma quindi dove sciare ad Auronzo di Cadore? Scopriamo insieme, più nel dettaglio, questo comprensorio iniziando proprio dagli impianti e le piste da sci.

Impianti e piste

La ski area di Auronzo, inclusa nel vasto circuito del Dolomiti Superski, offre un totale di 30 km di piste, servite da 10 impianti di risalita. Le piste sono adatte a tutti i livelli di abilità, dai principianti ai più esperti. Ci sono 11 piste facili, 13 di media difficoltà e 6 difficili, con innevamento artificiale e sono caratterizzate da ampiezza e cura del dettaglio, offrendo viste mozzafiato sulle Dolomiti circostanti.

Ti presentiamo le principali aree sciistiche di Auronzo di Cadore:

  • Monte Agudo, situato a nord-est del paese, è la principale area sciistica della zona, con 20 km di piste di diversi livelli di difficoltà e 2 seggiovie;
  • Monte Chiesa, piccola area sciistica a nord con 3 km di piste, ideale per principianti e famiglie;
  • Misurina, offre la possibilità di sciare sul Col de Varda con un panorama che si stende dalle Tre Cime ai Cadini al Cristallo al Sorapiss, fino alle Tofane e alle altre montagne che circondano Cortina.

Gli impianti di risalita Auronzo – Monte Agudo sono 3, con capacità di 3.720 persone/ora che servono 24 km di piste da sci:

  • Taiarezze-Malon, seggiovia ad alta velocità (ad agganciamento automatico) con cupole di protezione;
  • Malon-Monte Agudo,  ad agganciamento fisso;
  • Skilift a piattello Ansiei, con unna portata di 720 persone/ora.

Le piste da sci di Auronzo sono perfette per gli sciatori di tutti i livelli, dai principianti agli esperti, ecco le più conosciute:

  • Alberto Tomba, pista rossa che si trova nel bosco, con una lunghezza di 2.714 m, una pendenza del 27% e diversi curvoni e tratti tecnici, è servita da una moderna seggiovia chiamata Taiarezze-Malon;
  • Malon, lunga 860 m, con pendenza del 22% ed è servita dalla seggiovia Taiarezze-Malon;
  • Follina, lunga 780 m, tra le piste rosse più facili;
  • Fedo, pista nera molto ripida con una pendenza del 42% che scende dritta dalla cima del Monte Agudo;
  • Taiarezze, pista rossa di 863 m con una pendenza del 30%, il secondo tratto di pista che scende dal Monte Agudo verso valle;
  • Pomauria, pista rossa molto breve ma abbastanza facile con una pendenza del 17%.

Tappeti

I tappeti magici sono un’attrazione degli impianti di Auronzo di Cadore, consentono ai principianti e a chi desidera fare sci di divertirsi sulla neve. Sono l’ideale per i bambini che stanno appena iniziando a imparare a sciare poiché forniscono un modo sicuro e divertente per iniziare, offrendo un facile accesso alle piste più basse, senza la necessità di utilizzare le seggiovie.

Il servizio può essere prenotato online. Inoltre, i tappeti sono estremamente veloci e possono far risparmiare tempo prezioso agli sciatori esperti che vogliono raggiungere le piste più alte in modo veloce. Sono l’opzione perfetta per fare snowboard perché non richiedono molta fatica fisica nel salire lunghe distanze sulla collina: si può semplicemente scendere dal tapis roulant e andare avanti.

All’interno dell’area sci Auronzo-Misurina, il Campo scuola Ansiei è dotato di tappeto e skilift adatto a bambini e principianti, luogo ideale per chi comincia a muovere i primi passi sugli sci.

Snow Park

Lo snow park più vicino ad Auronzo di Cadore è il Cortina Superpark, a circa 20 km, un’area dedicata allo snowboarding e allo sci freestyle, dotata di quattro terrazze che offrono quattro kickers di diversa altezza, da 1 a 6 metri, e sei box/rails. Inoltre, c’è anche un grande airbag di 15×15 metri per gli appassionati di freestyle che vogliono fare acrobazie senza correre il rischio di farsi male. Il parco è situato in una zona soleggiata e facilmente accessibile, ed è l’alternativa ideale per chi vuole sperimentare qualcosa di diverso dalla classica discesa sciistica. Adatto a tutti, il Cortina Snowpark è composto da due linee: una easy per i principianti e una medium-pro per i più esperti.

Scuole di sci

Se sei alle prime esperienze sulle piste e non hai ancora acquisito dimestichezza con gli sci, ti suggerisco di prenotare una o più lezioni presso una delle scuole presenti nel comprensorio in Valle di Cadore. Qui puoi trovare diversi insegnanti altamente competenti e preparati, pronti ad accompagnarti e a guidarti al meglio nella tua avventura sulle piste. La scuola sci Auronzo Misurina (tel. 0435 99739) offre lezioni private e collettive, corsi di sci e snowboard per ragazzi e ragazze di tutte le età.

Noleggio sci

Se hai voglia di sciare ad Auronzo di Cadore ma non hai l’attrezzatura necessaria, non preoccuparti. Ci sono diversi punti di noleggio sci sparsi in tutta la zona, dove puoi facilmente noleggiare tutto ciò che ti serve per goderti una giornata sulle piste.

Ecco alcuni negozi che ti consiglio:

  • Cadore Sport (tel. 0435 400659) per il noleggio di slittini, ciaspole e sci da fondo;
  • Snow Space (tel.0435 9240), sport service in cui troverai ciaspole e slittini;
  • Corte Ivano (tel. 338 3561367);

Invece a Misurina, troverai il Centro Sci Misurina (tel. 0435 39091).

Malghe e rifugi

Dopo una divertente giornata di sci, c’è poco che possa competere con la sensazione di completo relax che si prova gustando un delizioso pranzo in un accogliente rifugio di montagna. Se ti trovi ad Auronzo di Cadore per sciare, sei fortunato, perché ci sono molte malghe e rifugi storici che non puoi assolutamente perdere. Qui potrai gustare piatti tipici della tradizione locale, come la polenta e lo spezzatino, accompagnati da un bicchiere di buon vino.

Ecco alcune opzioni di malghe e rifugi ad Auronzo di Cadore che ti consiglio di visitare, per godere appieno l’esperienza nelle Dolomiti.

Rifugio Lavaredo

Situato a 2.344 metri di altitudine, gode di un’ottima vista sui Tre Cime di Lavaredo e sulle montagne circostanti. Costruito nel lontano 1954 dalla guida Francesco “Mazzetta” Corte Colò, è raggiungibile facilmente da Misurina ed è punto di partenza di escursioni ed arrampicate. Questo rifugio offre pietanze locali, è attrezzato per accogliere ospiti in mezza pensione.

Rifugio Auronzo

Il rifugio Auronzo  (tel. 0435 39002) è un luogo situato a un’altitudine di 2.333 metri, da raggiungere sia a piedi sia attraverso un strada panoramica. Si trova in un paesaggio maestoso, dominato dalle tre guglie, che costituiscono una palestra di roccia che sembra unire la terra al cielo. Questo rifugio offre 25 camere confortevoli, che variano da un minimo di due letti a un massimo di sei cuccette, per un totale di 99 posti letto.

Inoltre, il rifugio offre un panorama incredibile e la cortesia della struttura gestita direttamente dalla sezione del CAI di Auronzo, nonché le prelibatezze della sua cucina locale.

Rifugio Carducci

Il rifugio (tel. 0435 400485) si trova in una zona mozzafiato, circondato dalle maestose pareti rocciose delle bastionate Est della Croda dei Toni e del Monte Giralba di Sopra. Da qui si può godere di una splendida vista che spazia dalla Croda di Ligonto ai gruppi del Crissin, del Bivera e del Cridola fino ai Monfalconi.

All’interno del rifugio Carducci ci sono tre camerate che ospitano un totale di 51 posti letto, tra letti in cuccetta e posti di emergenza. In caso di necessità, è possibile dormire nel ricovero invernale.

La cucina del rifugio offre piatti semplici e tradizionali, con particolare attenzione ai famosi “tris di canederli” e ai canederli all’ortica ripieni di gorgonzola e serviti con una crema di formaggi e noci.

Rifugio Maggiore Angelo Bosi – Monte Piana

Il Rifugio Bosi (tel. 0435 390349) si trova nella zona superiore del Monte Piana, ad un’altitudine di 2.205 metri, dove c’è anche una cappella dedicata ai caduti della Prima Guerra Mondiale. Al suo interno, si trova un piccolo museo privato con vari reperti, fotografie e documenti relativi alla guerra che si sono verificate in quel luogo.

Il rifugio offre anche guide locali, libri sulla storia della zona, cartoline e souvenir. Dal rifugio, si può iniziare il percorso su un sentiero che porta alle trincee e ai siti storici del museo all’aperto della Prima Guerra Mondiale, che è accessibile solo a piedi.

Rifugio Col De Varda

Il Rifugio Col De Varda (tel. 0435 39041) si trova sopra al Lago di Misurina a 2.106 metri di quota, nella zona di Auronzo e Misurina delle Dolomiti ed è facilmente raggiungibile in funivia o tramite una strada sterrata per una passeggiata nella natura. Inoltre, il rifugio offre uno spettacolare panorama sulle montagne circostanti e rappresenta un punto di partenza per il sentiero Bonacossa verso il Rifugio Fonda Savio e le Tre cime di Lavaredo.

La montagna è sicuramente un luogo associato a sport invernali come lo sci e il divertimento, ma è anche un luogo ricco di storia e artigianato.

In Valle di Cadore, ci sono numerosi negozi di artigianato dove è possibile acquistare oggetti realizzati a mano dai maestri artigiani locali. La valle è quindi molto ricca di opere d’arte e di manufatti artigianali, che rappresentano una vera e propria testimonianza della tradizione artistica e culturale della regione del Veneto.

Il migliore negozio artigianale in Valle di Cadore è Creta e Fuoco, spazio creativo di ceramiche artistiche che si trova a Valle di Cadore ed è gestito da Maria Giovanna Zannini, una laureata in Architettura. Nel suo laboratorio, utilizza principalmente materiali come il gres e la terracotta per creare ceramiche d’uso e artistiche, caratterizzate da colori accesi e figure realistiche o fantastiche che esprimono l’energia del movimento e l’armonia delle linee addolcite.

Tra le opere di Maria Giovanna, ci sono anche i cuchi, fischietti in terracotta rappresentativi di un’antica tradizione e cultura che la ceramista ha trasformato in statuine artistiche, mantenendo la forma tradizionale di un piccolo uccellino.

Maria Giovanna organizza anche laboratori di ceramica su prenotazione, con l’obiettivo di condividere e divulgare la passione per l’arte della ceramica. Inoltre, ha collaborato con i maestri ceramisti veneziani per trovare nuove ispirazioni e contaminazioni artistiche.

Ad Auronzo di Cadore ci sono diverse cose interessanti da vedere e fare: una tappa obbligatoria è il centro storico del paese, dove all’ingresso si può ammirare il Ponte dei Leoni, con le sue due statue di leoni in pietra che segnano l’inizio della diga.

Per chi ama i musei, c’è il Museo Palazzo Conte Metto, un museo multi tematico con sezioni dedicate a:

  • Scienze della Vita e della Terra;
  • archeologia;
  • Grande Guerra;
  • attività mineraria e mineralogica.

Inoltre, con una camminata di circa due ore, si può raggiungere il museo all’aperto della Prima Guerra Mondiale sul Monte Piana, dove si possono ancora vedere le trincee, le gallerie e le postazioni militari.

Ma ciò che rende davvero speciale Auronzo di Cadore sono le bellezze naturali e paesaggistiche circostanti. Le Tre Cime di Lavaredo offrono un panorama mozzafiato, mentre la riserva naturale di Somadida è una foresta di conifere che ospita alberi come l’abete rosso, l’abete bianco, il larice e il faggio.

E poi c’è il lago naturale di Misurina, considerato la perla delle Dolomiti, con le sue acque che riflettono le montagne e i boschi circostanti, creando un’atmosfera incantevole in tutte le stagioni. Questi luoghi sono perfetti per rilassarsi e per praticare attività all’aria aperta come trekking, escursionismo, arrampicate, canottaggio e l’immancabile sci.

 

Vuoi saperne di più di MontagneTop?

Contattaci
Articolo precedenteDove sciare a Padola
Luisella Scanu
Sono una Content Manager, progetto la base per dare forma ad un contenuto scritto per i settori ambiente, turismo, beauty, lifestyle.

ARTICOLI CORRELATI

    Vuoi contattarci?

    Compila il form qui sotto



    ULTIMI ARTICOLI