6.9 C
Veneto
Ven, 2 Dicembre 2022

Gita alle piramidi di Segonzano

Ad appena mezz’ora di strada dalla città di Trento esiste un luogo fuori dagli schemi, che non ti aspetti all’interno del panorama trentino: le Piramidi di Segonzano.

Ci troviamo all’interno della piccola Valle del Rio Regnana, laterale alla Val di Cembra.
Un luogo affascinante, un capolavoro naturale unico, alla portata di tutti.
E per questo motivo perfetto per una splendida gita fuoriporta in Trentino.

Come arrivare

Esiste un bellissimo sentiero non impegnativo da fare a piedi e che permette di ammirare queste piramidi da molto vicino. Adatto anche ai bambini.

Raggiungere il punto di partenza del sentiero delle piramidi di Segonzano in automobile è molto semplice.
Da Trento basta seguire la SP47 e successivamente la SP71 in direzione Nord. Superato il bivio per località Faver, si raggiunge il parcheggio del Ristobar “Il Chiosco delle Piramidi”. Da qui si inizia l’escursione a piedi.

Per chi invece proviene dal Nord, bisogna guidare lungo la SP71 direzione Sud. Superata la località Scancio di Segonzano, il piazzale del Chiosco dove parcheggiare si trova sulla sinistra.

Le piramidi di Segonzano

Ma cosa sono esattamente queste misteriose Piramidi di Segonzano?

Sono delle torri di terra e detriti, alcune di queste molto alte e sottili e con un grande masso in testa.
Le più alte raggiungono perfino i 40 metri!

Viste da vicino sembrano come delle lunghe “stalagmiti di terra”. Alcune presentano in testa dei massi particolarmente grandi da sembrare delle figure umane con il cappello. Per questo motivo prendono talvolta anche il nome di Uomini di Segonzano (òmeni di Segonzano).

In realtà queste piramidi si sono formate geologicamente circa 50.000 anni fa a causa di fenomeni combinati di erosione e di depositi di sedimenti  in seguito allo scioglimento di un ghiacciaio qui presente in passato.

Sono la testimonianza incredibile di quanto la natura sia in grado di creare dei capolavori di indiscussa bellezza, ovunque. Anche in posti che non ti aspetti.

È facile intuire quanto possa essere divertente per i bambini un sentiero del genere.
Con tutte queste torri buffe che appaiono qua è la lungo il percorso, alcune davvero vicinissime e altissime.
Sembra di passeggiare lungo una valle fatata, abitata da gnomoni e folletti e chissà quanti altri personaggi fiabeschi.

Il percorso da fare a piedi inoltre è piuttosto facile, e il primo punto panoramico da dove ammirare le piramidi da vicino vicino dista appena una mezz’ora dal punto dal parcheggio.
Per compiere invece il giro completo del sentiero, con calma e con pause comprese, si impiegano circa 3 ore.

Dove mangiare a pranzo

Al temine della passeggiata ci si può fermare a pranzo presso Il Chiosco delle Piramidi.

Se volete fare un pranzo più completo a base di deliziosi piatti tipici trentini, si consiglia la Locanda delle Piramidi di Segonzano, raggiungibile con una manciata di minuti in macchina.

Tariffe e periodo di apertura (anno 2022)

Il sentiero è a pagamento dal 25 Aprile al 30 Settembre, gratuito per il resto dell’anno.

  • intero adulti 3 euro
  • ridotto 2 euro (gruppi di visitatori di almeno 20 persone, adulti di età superiore ai 65 anni)
  • ridotto giovani e scolaresche 1 euro (gruppi scolastici; bambini/ragazzi dai 6 ai 14 anni compiuti)
  • gratuito per: residenti nel Comune di Segonzano; bambini fino ai 6 anni compiuti; persone con disabilità; accompagnatori gruppi scolastici/guide turistiche/accompagnatori turistici.

(Info e prenotazioni: Comune di Segonzano tel. +39 0461 686103; A.P.T Pinè Cembra tel. +39 0461 683110).

Cosa visitare nei dintorni

Oltre alle suggestive piramidi, ci sono anche altri luoghi interessanti nei dintorni di Segonzano che meritano una visita. Breve o lunga che sia, a seconda del tempo che si ha a disposizione.

Castello di Segonzano

Si tratta di una roccaforte medioevale di cui ormai sono rimasti sono pochi ruderi. In particolare una torre, detta la torre dei prigionieri, che svetta e domina dall’alto la Val di Cembra.

Situato su uno sperone roccioso, il Castello di Segonzano fu costruito intorno nel XIII secolo ed ebbe una notevole importanza nel due secoli successivi, in particolare come controllo delle merci e dei trasporti con l’Alto Adige.

Bombardato nel 1796 durante la battaglia di Segonzano tra austriaci e francesi, il castello fu abbandonato e mai più recuperato.

I ruderi del Castello di Segonzano sono accessibili e visitabili, e sono facilmente raggiungibili a piedi dalla frazione di Piazzo in circa un quarto d’ora.

Cammino di Durer

Il Cammino di Durer è un itinerario storico culturale inaugurato nel 2012, immerso nella natura, dedicato al celebre poeta tedesco rinascimentale Durer Weg.

Nel 1494 egli partì dall’Alto Adige per raggiungere Venezia, e passò proprio per il castello di Segonzano, al quale dedicò due celebri acquerelli.

Cascata del Lupo

Questa affascinante cascata si trova a pochi chilometri dalle Piramidi di Segonzano, facilmente raggiungibile a piedi in 5 minuti.

Situata nel comune di Bedollo, la cascata del Lupo merita una visita soprattutto in primavera e estate, quando la portata del salto, alto ben 36 metri, è maggiore e offre un piacevole refrigerio.

Area Archeologica “Axqua Fredda”

Si tratta di un sito archeologico situato a circa una mezz’oretta di macchina da Segonzano, in località Passo di Redebus. Prende il nome da una sorgente

Conserva i resti di locali risalenti al 1300 a.C. adibiti alla lavorazione di pietre e minerali per la produzione di rame.
Ritrovato casualmente nel 1979, l’area archeologica “Axqua Fredda” prende il nome da una piccola sorgente vicina ricca di minerali.

Il sito, all’interno del quale sono conservati ottimamente nove forni, è aperto al pubblico dal 2008 e visitabile gratuitamente tutto l’anno. Accessibile anche a persone in carrozzina e bambini in passeggino.

Laghi di Serraia e delle Piazze

I laghi di Serraia e delle Piazze si trovano nell’altopiano di Pinè, facilmente raggiungibili in auto dalle piramidi, superando la Cascata del Lupo e percorrendo la SP 83.

Entrambi gli specchi d’acqua sono luoghi ideali dove rilassarsi, praticare sport, e trascorrere piacevoli soggiorni grazie alla presenza di diverse strutture ristorative e ricettive.

 

Le piramidi di Segonzano rappresentano una ottima scelta se si vuole trascorrere uno o più giorni immersi nella natura trentina.
Circondati da un territorio sorprendente, facilmente raggiungibile e accessibile, che incanta fin dal primo istante. Da non perdere.

 

 

Vuoi saperne di più di MontagneTop?

Contattaci
Articolo precedenteSlittino: Olimpiadi 2026
Articolo successivoEscursioni in Val Rendena
Salvatore Marrahttp://www.ilmondoattraverso.com
Sono un travel blogger, accompagnatore turistico e appassionato viaggiatore. Abruzzese residente a Torino, dal 2018 curo e gestisco il mio blog Il Mondo Attraverso, in cui racconto le mie esperienze, dall'Abruzzo in giro per il Mondo. Nel 2019 ho intrapreso il percorso di studi per diventare accompagnatore turistico, acquisendo l'abilitazione alla professione nel 2020. Oggi collaboro come tour leader, blogger e consulente con diverse realtà turistiche, quali tour operators, enti del turismo, strutture ricettive, associazioni. Ho da sempre in mente l' idea del viaggio inteso come esperienza intrisa di emozioni, il più possibile inclusiva e accessibile.

ARTICOLI CORRELATI

- Advertisement -

    Vuoi contattarci?

    Compila il form qui sotto



    ULTIMI ARTICOLI